Pronto intervento guasti 800 90 48 49

Contatore elettronico di nuova generazione (2G)

Piano di sostituzione dei contatori
Informazioni importanti

 

Potete trovare la risposta a molti dubbi che riguardano l’attività di sostituzione dei contatori nella presente sezione

Obbligo di sostituzione dei contatori

Il Decreto Legislativo 102/2014 recepisce la direttiva europea 2012/27/UE che contiene disposizioni per l’adozione di sistemi di misurazione intelligenti con protocolli aperti. Tali sistemi devono essere in grado di fornire ai clienti informazioni dettagliate sull’utilizzo di energia elettrica al fine di un utilizzo più consapevole ed efficiente. L’autorità  di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) dal 2016 ha emanato una successione di delibere per:
– individuare le caratteristiche tecniche dei nuovi contatori di seconda generazione (anche detti contatori 2G o smart meter 2G)
– determinare il livello di prestazioni e performance dei sistemi di telegestione
– definire le modalità di comunicazione ai clienti e le tempistiche per l’avvio e la sostituzione massiva di tutti i contatori
C.EG., in qualità di gestore del servizio di distribuzione e misura dell’energia elettrica per alcuni  comuni in Valle d’Aosta, predispone sul proprio sito WEB un piano semestrale di sostituzione degli attuali misuratori con i nuovi misuratori 2G al fine di ottemperare ai propri obblighi in materia.

Perché proprio la C.E.G. deve sostituire i contatori

La C.E.G. è il distributore di energia per i comuni di Allein, Gignod, Saint-Christophe, Valpelline, Doues, con concessione statale Ministeriale rilasciata nel 2001. Tra i compiti definiti in concessione è ricompreso  anche il servizio di misura. Pertanto la  C.E.G.  gestisce non solo la rete a cui è connessa la fornitura ma anche l’installazione e la misura dei contatori che sono di sua proprietà.

La campagna di sostituzione dei contatori riguarda tutti i contatori di bassa tensione indipendentemente dalla società di vendita con cui l’utente ha concluso un contratto di fornitura.

In quali comuni C.E.G. sostituirà i contatori

I comuni coinvolti dalla sostituzione dei contatori della C.E.G. sono:
Allein, Gignod, Saint-Christophe Valpelline, Doues, le fraz. di Arpuilles, Entrebin, Porossan nel comune di Aosta

La comunicazione di sostituzione

Il cliente sarà sempre informato riguardo l’attività pianificata di sostituzione del proprio contatore con l’affissione di un foglio di avviso nei portoni dei condomini e delle case. In tale documento è indicato l’inizio delle attività e della sua conclusione.

Il cliente potrà inoltre verificare sul sito www.ceg-energia.it il periodo in cui il comune interessato sarà oggetto dell’intervento di sostituzione.

La sostituzione è gratuita

Nessuna somma di denaro verrà richiesta all’atto di sostituzione del contatore né da parte del personale della C.E.G. né da terzi. Tale indicazione è riportata anche negli avvisi di sostituzione affissi presso le abitazioni.

Documenti rilasciati all’avvenuta sostituzione del contatore

Sostituito il contatore sarà tempestivamente reso disponibile il rapporto dell’operazione, con indicata la data di sostituzione e la lettura di rimozione, disponibile sul sito www.ceg-energia.it. Raggiunto il portale cliccando su “area personale” selezionare “Verbale sostituzione” e seguire le indicazioni riportate. Una volta inserito anche il codice Captcha vengono visualizzati i documenti. Il rapporto di sostituzione e i relativi allegati saranno disponibili per 5 anni dalla data di sostituzione.

Verrà inoltre affisso in loco un avviso di avvenuta/mancata sostituzione. In caso di mancata sostituzione saranno forniti i recapiti necessari per finalizzare la sostituzione nei giorni successivi. Il cliente verrà eventualmente ricontattato dalla C.E.G.

Come avviene la sostituzione

Il personale della C.EG. effettuerà in successione le seguenti operazioni:

  • disalimentazione della fornitura dell’ utente e lettura del contatore da rimuovere;
  • disconnessione dei collegamenti dell’impianto del cliente e rimozione del contatore;
  • rimozione della vecchia basetta e installazione della nuova basetta;
  • installazione del nuovo contatore e degli accessori necessari;
  • programmazione del nuovo contatore con dati di fornitura identici a quello rimosso.
  • verifica del corretto funzionamento del contatore e ripristino dei collegamenti del cliente finale;

Al termine dell’intervento l’interruttore verrà rilasciato nella medesima posizione riscontrata sul contatore rimosso.
Il tempo complessivo di esecuzione delle fasi sopra dettagliate è stimato in una decina di minuti mentre il tempo di effettiva disalimentazione della fornitura è più limitato.

Caso di mancata sostituzione

Qualora il contatore risulti accessibile, poiché posizionato per esempio all’interno di spazi comuni dell’edificio, la sostituzione avverrà senza che sia necessaria la presenza del Cliente. Il Cliente potrà comunque verificare l’esito della rimozione attraverso il “verbale di sostituzione”.

Nel caso in cui il contatore fosse posizionato all’interno della proprietà del Cliente e di impossibilità ad accedere per assenza dello stesso, verrà lasciato un avviso di mancata sostituzione e potrà essere contattato il n. verde 800 90 48 49 per definire un appuntamento specifico.

Posizionamento del nuovo contatore

Il nuovo contatore sarà necessariamente posizionato nel medesimo punto del vecchio contatore 1G. Qualora il cliente finale desiderasse installare il nuovo contatore in un luogo differente, dovrà farne apposita richiesta al proprio venditore e sostenere le spese previste dalla norma. Nel caso il contatore fosse disalimentato potrà fare richiesta di spostamento direttamente alla C.E.G.

Come verificare i consumi del contatore sostituito

La verifica dei consumi può essere effettuata consultando il rapporto di sostituzione disponibile per 5 anni dalla data di intervento nell’area privata del portale www.ceg-energia.it/contatore-elettronico-2g
Raggiunto il portale cliccando su “area privata” selezionare “Verbale sostituzione” e seguire le indicazioni riportate. Una volta inserito anche il codice Captcha vengono visualizzati i documenti.

La verifica dei consumi può essere inoltre effettuata accedendo con SPID alla sezione Consumi dell’Acquirente Unico (l’aggiornamento di questi dati è a carico di Acquirente Unico).

Entro 90 giorni dalla data di sostituzione è possibile richiedere la verifica della funzionalità del misuratore sostituito, inviando una e-mail all’indirizzo servizioclienti@cafl.it . Qualora dovesse risultare il regolare funzionamento, addebiteremo il corrispettivo previsto dall’art. 31 dell’Allegato C alla Delibera dell’ARERA n. 568/2019 e s.m.i.

Rifiuto del cliente a sostituire il contatore

La sostituzione del contatore è un obbligo di legge per la C.E.G. e non è possibile opporre rifiuto. E’ tuttavia possibile, per esigenze particolari, rimandare la sostituzione prendendo opportuno appuntamento presso gli uffici.

Come funziona il nuovo contatore

Le istruzioni in formato cartaceo per l’utilizzo del nuovo contatore sono posizionate in una apposita tasca che si trova sulla parte superiore del misuratore. Le istruzioni dettagliate sono disponibili sulla sezione “contatore elettronico 2G” sul sito www.ceg-energia.it

Tipologie di contatori sostituiti

Sono coinvolti nella campagna di sostituzione tutti i contatori di energia elettrica in bassa tensione ( elettronici di prima generazione marchiati Landis+Gyr), con contratto attivo, che risultino essere al momento della fase di sostituzione connessi alla rete di distribuzione della C.E.G. La sostituzione potrà interessare  anche i contatori installati presso forniture non attive o cessate dal 2018 poste in luoghi raggiungibili.

Supero della potenza disponibile

L’interruttore scatta quando prelevi troppa elettricità per troppo tempo. In base al contratto con il tuo fornitore hai a disposizione una determinata potenza (es. 3 kW) detta potenza contrattuale. Il contatore ti permette di prelevare in qualsiasi momento fino al 10% in più (es. 3,3 kW).

Se prelevi ancora più potenza, il contatore ti permette di raggiungere fino al 27% in più (es 4,2 kW) per 3 ore, dopodiché scatta l’interruttore. Se il tuo prelievo di corrente è ancora maggiore (oltre il 27% in più), l’interruttore scatta entro 2 minuti.

Per ognuna di queste situazioni trovi un messaggio specifico sul display. I messaggi spariscono appena riduci il prelievo sotto la soglia di tolleranza.

Quando scatta il contatore, puoi riattivarlo alzando l’interruttore. Ma sarà bene spegnere qualche apparecchio per non farlo accadere di nuovo.

L’interruttore di un contatore monofase